News e eventi

News e eventi

Maurizio Panconesi, esperienza e voglia di crescere

 19 gennaio 2018


Intervista a Maurizio Panconesi, Direttore Vendite Italia di Euroverde Società Agricola.

Nato a Roma da padre toscano e mamma piacentina, Maurizio Panconesi entra a far parte di Euroverde Società Agricola nell’ottobre del 2014 sposando la filosofia vincente dell’azienda bresciana: “Far squadra e lavorare, come succede da noi, tutti nella stessa direzione condividendo la politica di base e le strategie per concretizzarla. Tutto ciò finalizzato a costruire con il cliente una complicità contagiosa e sinergica a vantaggio del consumatore”.

Da subito si distingue come figura carismatica in grado di dare una svolta decisiva utile per la gestione e l’ampliamento del mercato di settore su scala nazionale. “Sono stato colpito dal progetto – esordisce – presentatomi dal Direttore Commerciale Franco Rollè che conosco da quasi 20 anni per motivi professionali. L’ho ritenuto avvincente e diverso dai precedenti nei quali ero stato coinvolto e mi ci sono gettato anima e corpo. I risultati sono arrivati e continuano a darci ragione”.

Maurizio Panconesi si sofferma sul plus dell’azienda di Azzano Mella: “Il nostro valore aggiunto è la produzione e lavorazione di verdure italiane al 100%, senza pastorizzarle e guardando sempre più al mondo delle monoporzioni. Mi piace dire l’esaltazione dell’alimentazione democratica assecondando i gusti del consumatore finale, anche quando parliamo di gusti in famiglia. Con le monoporzioni si possono soddisfare contemporaneamente, per esempio, i palati di marito e moglie, magari offrendo al primo una pasta e fagioli e alla seconda una zuppa di cipolle o viceversa”.

L’intervista si chiude con uno sguardo al futuro e agli obiettivi a breve e lungo termine di Euroverde Società Agricola: “Allargare la ponderata della distribuzione riuscendo a inserire i nostri prodotti anche in catene nelle quali ad oggi non sono presenti e proseguire il trend di crescita che ormai ci caratterizza, assestato nel solo 2017 al 30%. I presupposti per farlo ci sono tutti e tra questi spicca anche il packaging accattivante delle nostre referenze che vogliono trasferire al consumatore l’idea del processo che porta l’artigianalità su scala industriale rispettando anche e soprattutto l’ambiente, nonché qualità e stagionalità”.

Leggi il comunicato stampa.